L'orto didattico

Curare l'alimentazione e nutrirsi in modo equilibrato fin da piccoli fa la differenza, per la salute fisica e mentale.

 

Il progetto dell’Orto Didattico si pone l’obiettivo di insegnare, infatti, l’educazione ambientale e l’educazione alimentare. Insegnare loro a coltivare la frutta e la verdura significa educarli al rispetto della natura e dei suoi ritmi, ad un’alimentazione sana e genuina e alla stagionalità del cibo.

La coltivazione di ortofrutta, inoltre, favorisce nei bambini l’acquisizione di valori importanti come il rispetto delle regole, la capacità di relazionarsi con gli altri e il lavoro di gruppo.

Il prendersi cura di una pianta, già nella fase della semina, permette al bambino di scoprire la magia della crescita, facilitato dalla continuità che si sviluppa con osservazione e pratica quotidiana.

Coltivare un orto didattico a scuola significa coltivare prima di tutto sé stessi. E' un'occasione di crescita in cui si impara condividendo gesti, scelte, e nozioni, oltre che metodo.

Offre ai bambini la possibilità di esplorare le sue infinite risorse, esprimere le loro potenzialità, le loro competenze, le loro curiosità. Fornisce agli educatori strumenti per progettare, condurre, e documentare un progetto educativo tematico condiviso, dando senso all'agire comune. Permette di condividere pensieri e competenze diverse in attività educative comuni, permettendo ai bambini, agli educatori e alle famiglie di sperimentare e vivere momenti di relazione, valorizzando il fare di ciascuno.

Coltivare a scuola è, quindi, un modo per imparare: imparare a conoscere il proprio territorio,

 

Proprio perché l’ambiente in cui viviamo è un bene che appartiene a tutti, imparare a conoscerlo e a rispettarlo significa migliorare la nostra qualità della vita considerando oltre al nostro spazio anche quello di chi ci sta accanto.

 Lo stupore di vedere un piccolo semino diventare una pianta, la sorpresa di riuscire a far sbocciare un profumatissimo fiore sarà per loro non solo un fantastico gioco ma anche una grande crescita, poiché piantare dei fiori, curare un piccolo orto, osservare lo sviluppo e il cambiamento della natura danno al bambino, con immediatezza, il senso della trasformazione.